BRACIOLE ALLA MESSINESE… “RIVISITATE”

Vi propongo un piatto a base di carne tipico della mia città, le “braciolettine” alla messinese! Ho “rivisitato” la ricetta… ed ecco un piatto “diverso”!!!

Ingredienti per 4 persone
• 20 fettine di carne (io preferisco sempre usare la vitellina, carne molto tenera che si presta benissimo alla riuscita del piatto) ma si può in alternativa usare manzo od anche pollo o tacchino.
• 20 pomodori secchi sott’olio
• 70 gr di formaggio “Tuma” (se non lo trovate usate un primo sale)
• 70 gr di parmigiano (preferibilmente reggiano)
• 30 gr di formaggio stagionato (provolone)
• 2 manciate di mollica di pane
• Un mazzettino di prezzemolo
• Sale, olio, pepe
• Un cucchino di timo o un rametto di rosmarino
• Mezzo bicchiere di vino bianco
• 50 gr di burro (facoltativo)

Mettete in una ciotola la mollica, il parmigiano, il provolone, il prezzemolo tritato, sale, pepe ed abbondante olio, vi consiglio di usare sempre olio extravergine d’oliva. Per rendere l’impasto più saporito potete anche aggiungere qualche cucchiaio dell’olio dei pomodori sott’olio. Mischiate gli ingredienti, se necessario e non volete esagerare con l’olio potete aggiungete un po’ d’acqua, mi raccomando l’impasto deve risultare morbido e non asciutto!!
Scolate i pomodori sott’olio e tagliateli a striscette. Tagliate la Tuma a dadini.
Stendete la fettina di carne, se gradite rendere più gustoso il ripieno potete aggiungere un tocchetto di burro sulla carne, appoggiate al centro della fettina dei pezzettini di pomodoro sott’olio, qualche dadino di Tuma ed un pochino di mollica condita.

 

 

Avvolgete la braciola, iniziate girando i bordi laterali verso l’interno, poi iniziate ad arrotolare la carne su se stessa, dal basso verso l’alto, facendo attenzione a non far fuoriuscire il ripieno. Formato “l’involtino”, che si presenta di forma cilindrica, stringetelo nel pugno della mano, così da compattarlo.

 


Disponete cinque braciole in fila quindi infilatele in due spiedini, compattate gli spiedini con la pressione delle mani ovviamente con delicatezza, impanatele passando lo spiedino prima nell’olio e poi nella mollica di pane non condita.

Soffriggete gli spiedini facendo attenzione a dorarli su tutti i lati, quando saranno dorati sfumateli con il vino, ed aggiungete il timo o il rosmarino, cuocete il tempo di fare evaporare il vino.
Terminate la cottura in forno, già preriscaldato, adoperando il grill per circa 6/7 minuti, girando a metà cottura gli spiedini.
Per impreziosire il piatto vi suggerisco di disporre gli spiedini su un letto di patate al forno già cotte aromatizzate al rosmarino.


Potete impiattare, magari aiutandovi con un coppapasta formate un letto di patate al forno e disponete sopra gli involti sfilati dagli spiedini, guarnite il piatto con un ramoscello di rosmarino fresco appoggiato su un lato, aggiungete ancora sul piatto, un filo di olio e pepe grattugiato.

Total Page Visits: 7044 - Today Page Visits: 2

Commenta per primo questa ricetta

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Codice CAPTCHA *